News

ARCHITETTURA E LITURGIA

Autonomia e norma nel progetto

Per la Collana Centro Studi per l'architettura sacra-Fondazione Lercaro è uscito nelle librerie il volume ARCHITETTURA E LITURGIA: AUTONOMIA E NORMA NEL PROGETTO a cura di Andrea Longhi, edizioni BUP, Bologna.
La pubblicazione raccoglie gli interventi proposti in occasione dell' Osservatorio sull'architettura sacra del 2014 e le relazioni tenute nell'ambito del II Seminario Internazionale del 2015 di cui il libro riprende il titolo.

"Ogni architettura a destinazione pubblica è l'esito di processi di mediazione e di negoziazione tra una pluralità di attori sociali - si legge sulla quarta di copertina. Tale osservazione è particolarmente significativa e delicata per l'architettura delle chiese post-conciliari: le comunità cristiane sono infatti chiamate dalla costituzione Sacrosanctum Concilium a promuovere una partecipazione attiva dei fedeli focalizzata sugli aspetti della celebrazione, ma aperta anche a tutte le dimensioni afferenti alla sfera liturgica, tra le quali l'architettura gioca un ruolo decisivo, non riducibile all'aspetto meramente funzionale. Il rapporto tra il progetto - che richiede competenze tecniche e culturali sempre più interdisciplinari - e la committenza ecclesiale - divenuta un soggetto corale, partecipativo, sinodale - costituisce quindi un aspetto sempre più delicato, dai contorni labili, in cui diviene necessario definire i margini di autonomia dei diversi soggetti, negli ambiti disciplinati dalle norme sia ecclesiastiche, sia civili".

Andrea Longhi è Professore associato di Storia dell'Architettura al Politecnico di Torino, dove insegna Storia e critica del patrimonio territoriale nel Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio. Il volume è disponibile all'acquisto nelle librerie, oltre che nel sito della BUP e in ogni altra libreria on-line.



POTREBBE INTERESSARTI