Lo spazio liturgico della cattedrale di Bergamo attraverso i secoli

Lo sviluppo della cattedrale in età medioevale

MENU

Note di carattere storico, architettonico e liturgico

Per la cattedrale di san Vincenzo l’età medioevale fu caratterizzata da un lato da profonde trasformazioni architettoniche – culminate a metà Quattrocento in un nuovo progetto che prevedeva il totale rifacimento della chiesa – dall’altro da significativi mutamenti che toccarono tanto i riti liturgici quanto la spiritualità dei fedeli. Questi due aspetti finirono ovviamente per influenzarsi a vicenda: ecco allora che la crescente prassi di celebrare messe in suffragio dei defunti favorì la fondazione di altari e cappelle laterali – era infatti vietato celebrare più di una messa quotidiana per ciascun altare – che a sua volta stimolò la devozione verso i santi e la nascita delle confraternite. Il desiderio di rendere visibile Gesù Eucaristia portò alla realizzazione di ostensori sempre più elaborati e, in campo liturgico, alla moltiplicazione delle occasioni di adorazione e alla processione del Corpus Domini. Una straordinaria istantanea di quel tempo – nel quale ancora sopravvivevano a Bergamo due cattedrali e due capitoli - è rappresentata dal Liber Ordinarius rituum divinorum officiorum et consuetudinorum cathedralis bergomensis del vescovo Giovanni Barozzi, che raccoglie norme e consuetudini della ecclesia Pergami ed offre un interessante panoramica su paramenti e arredi sacri in uso nella cattedrale.

 

Trasformazioni architettoniche

 

Bibliografia

FONTI

  • ARCHIVIO STORICO DIOCESANO DI BERGAMO, Archivio Capitolare, 634, Liber Ordinarius rituum divinorum officiorum et consuetudinorum cathedralis bergomensis (manoscritto), Bergamo
  • ARCHIVIO STORICO DIOCESANO DI BERGAMO, Archivio Capitolare, 419, Fondamenta Cappellaniarum et Legatorum Cathedralis Sancti Alexandri Bergomi
  • ARCHIVIO STORICO DIOCESANO DI BERGAMO, Archivio Capitolare, Libri Corali, 9, ff. 12-21, Gradualis III – a prima dominica post Pentecostem usque ad Adventum (manoscritto)
 

Nuovo progetto

 
 

Spiritualità dei fedeli

 
 

Altari e cappelle laterali

 
 

Due cattedrali e due capitoli

 
 

Paramenti e arredi sacri