News

Reggio restituisce la "Nuvola" restaurata a Camerino

Presentazione del restauro effettuato e riconsegna dell'opera all'Arcivescovo Massara

Reggio Calabria - Museo diocesano "Mons. Aurelio Sorrentino", 03/04/2019 dalle 11:00 alle 13:00

Reggio Calabria - Museo diocesano "Mons. Aurelio Sorrentino" Reggio Calabria - Museo diocesano "Mons. Aurelio Sorrentino"

Giunge a conclusione il Progetto Arte salvata: un restauro per Camerino, promosso nel giugno 2018 dall'Arcidiocesi di Reggio-Bova attraverso il Museo diocesano di Reggio Calabria.
Il restauro della settecentesca Macchina processionale in argento (detta "Nuvola") proveniente dal Santuario di Santa Maria in Via a Camerino, condotto a titolo gratuito dai restauratori calabresi Sante Guido e Giuseppe Mantella, ha inteso esprimere un gesto di solidarietà concreta verso le comunità dell'Italia centrale colpite dal terremoto del 2016.

Mercoledì 3 aprile alle h 11 a Reggio Calabria, nel Salone prospiciente il cortile dell'Arcivescovado, la preziosa opera sarà formalmente riconsegnata, a restauro concluso, a mons. Francesco Massara, Arcivescovo di Camerino-San Severino Marche, per poi rimanere esposta a Reggio nel Museo diocesano fino a Pasqua ed esser subito dopo trasferita a Camerino, restituendola alla comunità camerte. 

L'evento del 3 aprile vedrà la partecipazione di Sua Eccellenza mons. Massara, dell'Arcivescovo di Reggio Calabria-Bova mons. Giuseppe Fiorini Morosini e, tra gli altri, dei rappresentanti degli enti che hanno patrocinato e/o sponsorizzato il Progetto (Regione Calabria, Città metropolitana di Reggio Calabria, Ministero Beni e Attività Culturali, Ufficio Nazionale per ibeni culturali ecclesiastici e l'edilizia di culto, Associazione Musei Ecclesiastici Italiani, ANCI Marche, Fondazione Nazionale delle Comunicazioni, Rotary Reggio Calabria Distretto 2100).

I lavori di restauro sono stati condotti con la direzione di Lucia Lojacono, direttrice del Museo diocesano di Reggio Calabria, e Barbara Mastrocola, direttrice Museo diocesano di Camerino, e l'Alta sorveglianza della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Reggio Calabria (Daniela Vinci) coordinata con la SABAP Marche (Pierluigi Moriconi).







Comunicato stampa dell'evento

QUESTA NEWS È COLLEGATA A

POTREBBE INTERESSARTI