News

Ignazio: la spiritualità attraverso l'arte

Nuovo percorso in Beweb a cura della Biblioteca della Curia Generalizia della Compagnia di Gesù (Peter-Hans Kolvenbach)

Roma, 04/04/2019

Ignazio: la spiritualità attraverso l'arte è il nuovo percorso pubblicato nell'area percorsi tematici di BeWeB. Curato da Nicoletta Basilotta e Salvatore Vassallo della Biblioteca Peter-Hans Kolvenbach, della Curia Generalizia della Compagnia di Gesù, il percorso è stato pensato come un cammino attraverso l'arte che parli dell'essenza e della spiritualità dei Gesuiti.
Partendo dai libri antichi, rari ed importanti conservati nella Biblioteca riaperta al pubblico recentemente, si è pensato ad uno schema che potesse al contempo valorizzare le edizioni conservate e parlare della storia, della vita e dell'attività di sant'Ignazio attraverso l'iconografia a lui legata.
L'iter percorre trasversalmente la vita di Sant'ignazio, come ad esempio nel volume Vita B. Patris Ignatii Loyolae del 1610, tra le cui tavole - a firma di Theodorus Galleaus, Cornelius Galle, Karel Van Mallery, Adrianus Collaert - si trova quella che viene definita la Pianta Ignaziana di Roma, dove sono individuate le opere e le case di pietà fondate dal Santo nella Città Eterna. Nel percorso la spiritualità della Compagnia viene raccontata anche attraverso le figure di tre importanti gesuiti come: Athanasius Kircher (1601-1680), Andrea Pozzo (1642-1709), Angelo Secchi (1818-1878).
Il percorso si articola in più sezioni: la prima e la seconda sono dedicate a Sant'Ignazio e ai volumi del XVII secolo che illustrano la sua vita e i suoi miracoli; mentre la terza descrive la chiesa del Gesù a Roma fortemente voluta da Sant'Ignazio, di cui però non vide mai la realizzazione, e altre due chiese a lui intitolate con opere dei padri gesuiti presenti nel percorso; per chiudere con l'ultima sezione che racconta la monografie di tre padri illustri: Kircher, Pozzo e Secchi.

vai al percorso


Nell'immagine pubblicata: la finta cupola della Chiesa di Sant'Ignazio a Roma, opera del gesuita Andrea Pozzo, 1685.


QUESTA NEWS È COLLEGATA A

POTREBBE INTERESSARTI