News

Il futuro della memoria. Archivi ecclesiastici tra storico e corrente

A Verona il convegno dedicato agli archivi ecclesiastici apre le giornate di valorizzazione 2022 #visionidicomunità

evento in presenza e online, dal 13/05/2022 al 14/05/2022

evento in presenza e online evento in presenza e online

Coniugare le più alte teorie con le buone pratiche incontrandoci e guardandoci negli occhi. Questo è l'obiettivo del Convegno Il futuro della memoria. Archivi ecclesiastici tra storico e corrente che si terrà a Verona nel Palazzo della Gran Guardia, in piazza Bra, il prossimo 13 e 14 maggio 2022.
Il convegno rappresenta il momento di apertura e inaugurazione delle Giornate di valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico #visionidicomunità che si svolgeranno dal 15 al 22 maggio 2022.

La giornata del 13 maggio è interamente dedicata agli archivi correnti e ospiterà docenti, referenti istituzionali e archivisti che condivideranno esperienze, orientamenti e prospettive rivolgendosi in particolare alla platea degli incaricati regionali e diocesani, dei cancellieri, degli archivisti e dei responsabili di archivio delle diocesi o degli istituti religiosi. La giornata si concluderà con uno sguardo a due applicativi specialistici.

Nella mattina del 14 maggio verranno approfondite le opportunità aperte da una buona descrizione dei beni per una valorizzazione che guardi alle comunità e al territorio coinvolgendo anche gli operatori di musei e biblioteche su tematiche di loro interesse.

Si concluderà con la sessione dedicata all'iniziativa # Call4MAB e la presentazione delle sei iniziative selezionate tra quelle che partecipano alle Giornate di valorizzazione #visionidicomunità , pubblicate sul portale BeWeB  entro il 15 aprile 2022 (vedi i dettagli nella notizia a questo link).

Il convegno è promosso dall' Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l'edilizia di culto insieme alla diocesi di Verona , con il patrocinio del Ministero della Cultura, delle associazioni professionali di settore AMEI- Associazione musei ecclesiastici italiani, AAE - Associazione archivistica ecclesiastica e ABEI - Associazione bibliotecari ecclesiastici italiani e del Comune di Verona. Il supporto tecnico è fornito dalla emittente televisiva Telepace.

Gli iscritti potranno partecipare in presenza (fino al raggiungimento dei posti disponibili) oppure online con accesso riservato. Per entrambe le modalità di partecipazione è prevista una quota di iscrizione di 35 Euro.

Il pagamento della quota di iscrizione può essere effettuato on-line, direttamente sul sistema di gestione delle iniziative, oppure attraverso bonifico bancario alle seguenti coordinate bancarie:
IBAN: IT 17 U 05034 11750 000000165900 su conto intestato alla Conferenza Episcopale Italiana, specificando nella causale:
per la partecipazione IN PRESENZA >  "codice iniziativa 20700 – Convegno Il futuro della memoria - IN PRESENZA"
per la partecipazione ONLINE >  "codice iniziativa 20701 – Convegno Il futuro della memoria - ONLINE"
L'iscrizione verrà confermata solamente quando verrà inserita la ricevuta della quota di iscrizione nel sistema di prenotazione.

Gli iscritti in presenza potranno prendere parte, a propria scelta, a una serie di esperienze e visite guidate serali negli istituti ecclesiastici e nelle chiese di Verona gentilmente offerte dalla diocesi come segno di accoglienza*.

Per partecipare IN PRESENZA registrarsi a questo link:
https://iniziative.chiesacattolica.it/ilfuturodellamemoria

Se invece si vuole seguire i lavori del convegno nella modalità ONLINE registrarsi a questo link:
https://iniziative.chiesacattolica.it/ilfuturodellamemoriaONLINE

La scadenza per le iscrizioni è fissata al 30 aprile 2022.


*In fase di iscrizione al convegno si può anche scegliere di partecipare a queste attività:
-visita guidata alla mostra "Giovan Francesco Caroto (1480 circa - 1555) e le arti a Verona tra Mantegna e la Bella Maniera", Palazzo della Gran Guardia, 12 maggio - 2 ottobre 2022;
-workshop sull'indagine multispettrale in collaborazione con il team americano del Lazarus project/EMEL ( http://emel-library.org/ e https://lazarusprojectimaging.com/), che proprio nei primi giorni di maggio svolgerà indagini multispettrali non invasive su una serie di manoscritti della Biblioteca, per un progetto condiviso con Università Sorbona e Oxford (Fondazione Biblioteca Capitolare);
- sessione di Visible Thinking dedicata all'opera di Paolo Veronese "Il Martirio di San Giorgio" presso la chiesa di San Giorgio in Braida;
- visita guidata della chiesa di Santa Maria in Organo e dei suoi tesori: il coro e la sacrestia di Fra' Giovanni da Verona, la cripta di XI secolo e i meravigliosi affreschi rinascimentali che decorano le pareti delle navate e del presbiterio;
- visita guidata alla chiesa di Sant'Elena, chiostro dei canonici e Biblioteca Capitolare a cura del prefetto della Capitolare;
- visita guidata della chiesa di Santa Anastasia, magistrale esempio di gotico italiano;

I vari appuntamenti con le visite esclusive ai diversi siti importanti nel cuore di Verona saranno gestiti dalla Fondazione Verona Minor Hierusalem e dall'Associazione Chiese Vive che apriranno solo per gli ospiti del convegno.
Tutti i convegnisti durante i giorni del convegno avranno l'ingresso gratuito nelle chiese del circuito gestito dall'Associazione Chiese Vive (Santa Anastasia, Cattedrale, San Zeno Maggiore, San Fermo).


QUESTA NEWS È COLLEGATA A

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE