News

Carpi: l'Assunta del Duomo torna a splendere

Tra le iniziative settembrine anche tre concerti e un contest fotografico

Il restauro della statua della Madonna Assunta, che si venera nel Duomo di Carpi da oltre cinquecento anni, è terminato e sarà possibile riscoprire una delle testimonianze più significative del patrimonio di fede, di storia e di arte del territorio. In attesa della solenne collocazione in Cattedrale prevista per l'8 dicembre la Diocesi ha realizzato un progetto espositivo, allestito presso il Palazzo vescovile al fine di far conoscere le fasi di recupero dell'opera permettendo di apprezzare questo importante simbolo nella sua nuova-antica veste messa in evidenza dalla riscoperta della cromia originaria

L'apertura della mostra è prevista per sabato 8 settembre. Sarà aperta al pubblico ogni sabato (ore 10-12 e ore 16-19; ultimo giorno sabato 1° novembre). Negli altri giorni della settimana saranno possibili solo visite guidate (dedicate soprattutto agli istituti scolastici e d'arte) e su prenotazione. 

Ma il mese di settembre della diocesi di Carpi sarà caratterizzato anche da altre due iniziative culturali di qualità.


Musica a Palazzo

Si aprono le porte del Palazzo vescovile in occasione della rassegna "Musica a Palazzo" che prevede tre concerti che spaziano dal repertorio barocco e da quello classico più vicino a noi nel tempo alle canzoni contemporanee, con una particolare attenzione anche all'aspetto aggregativo della musica. Un'iniziativa fortemente voluta dal Vescovo monsignor Francesco Cavina, che fin dalla riapertura del Palazzo vescovile il 29 maggio 2017, nel quinto anniversario degli eventi sismici, ha espresso il desiderio di far "ri-scoprire" gli spazi e il giardino dell'Episcopio a tutti.
Domenica 9 settembre ore 21: La Serenissima concerto di musica barocca di Venezia con l'Accademia Hermans. 
Venerdì 21 settembre ore 21: Coro Ushac "Arcobaleno" e il Coro "Le Nuvole" del Gruppo Parkinson Carpi. Direttore Francesca Canova.    
Giovedì 27 settembre ore 21: Concerto di San Bernardino, tromba e organo. Trombettista Marco Pierobon e organista Paolo Oreni. 


Fotografi alla scoperta di "Carpi inedita"

Dodici fotografi, trenta luoghi della città, una mostra a dicembre: questi gli elementi del progetto Carpi Inedita, promosso dal Gruppo Fotografico Grandangolo BFI con il patrocinio di Comune e Diocesi di Carpi, concepito per mostrare i luoghi e i dettagli più ‘nascosti' – ma non per questo meno affascinanti – del patrimonio storico e artistico che fa di Carpi uno dei gioielli del territorio. Oltre a Piazza dei Martiri, Cattedrale dell'Assunta e Palazzo dei Pio, infatti, sono molti i luoghi che racchiudono al proprio interno piccole e grandi meraviglie artistiche e architettoniche e anche i monumenti più noti rivelano sempre nuovi segreti a chi sa posare su di loro uno sguardo curioso, attento e amorevole. Per avvicinarsi alla mostra che si svolgerà dall'1 al 16 dicembre si invitano i cittadini a partecipare al Contest fotografico che si terrà dal 17 settembre al 27 ottobre, catturando, anche con strumenti amatoriali come uno smartphone o una macchina fotografia compatta, gli angoli più ‘nascosti' e incantevoli della ‘loro' Carpi.



POTREBBE INTERESSARTI