La Pianta Ignaziana di Roma

M Seminarij Romani - Il Seminario Romano

Quando il Concilio di Trento decise per la creazione dei seminari episcopali, incaricando allo stesso tempo che si governasse ad imitazione del collegio germanico e collegio romano, il Padre Ignazio aiutò molto, senza l’appoggio di nessuno, nella creazione del seminario di Roma ed in quello dei monaci Maroniti.
Da: Vita Beati Patris Ignatii Loyolæ religionis Societatis Iesv fvndatoris ad vivvm expressa ex ea qvam. Antverpiae ; 1610.

Il 1 febbraio del 1565, esattamente un anno e mezzo dopo il Concilio di Trento che aveva tra l’altro istituito i seminari per la formazione sacerdotale, nasce ufficialmente il Seminario Romano.

Fu Carlo Borromeo a voler affidare la gestione del seminario alla Compagnia del Gesù. Già nel primo anno si raggiunse il numero di 64 alunni; la prima sede del Seminario fu Palazzo Pallavicini, dove vi resto per circa tre anni; poi […] per essere più vicino al Collegio Romano […] venne trasferito nel Palazzo Madama di proprietà del Card. Tìberio Crispo (oggi palazzo Patrizi di fronte alla chiesa di S. Luigi de' Francesi).

Dalla fine dell’ottobre 1571 alla fine dell’ottobre 1593 il Seminario cambio diverse sedi, fu ospitato nell’ordine: nel palazzo della Valle a Sant’ Eustachio, nel palazzo Colonna ai SS Apostoli, nel palazzo Piccolomini a Piazza di Siena, in alcune case di proprietà della famiglia Spannocchi davanti la guglia di s. Macuto, ed il 13 dicembre del 1593 ebbe la sede Palazzo Nardini In Panone.

Dopo quarant’anni di peregrinazioni, nel 1608 il Seminario Romano trovò nell’attuale Palazzo Borromeo in via del Seminario, una sede stabile per più di un secolo e mezzo. Il palazzo prende il nome dal cardinale Vitaliano Borromeo (indicato con la lettera M. nella pianta).

Con la soppressione dei Gesuiti (21 luglio 1773), il Seminario si trasferì nel grandioso edificio del Collegio Romano, dove vi restò fino al 1824, quando venne nuovamente trasferito nel palazzo di Sant’Apollinare, fino al 1913, quando venne inaugurato il nuovo e più grande edificio appositamente fatto costruire presso la Basilica di S. Giovanni al Laterano.