• Tipología

    chiesa

  • Cualificación

    parrocchiale

  • Denominazione principale

    Chiesa di San Flaviano

  • Posizionato sul lato ovest della strada per Orvieto, e isolato su tutti i lati, l’edificio si presenta a due livelli con una chiesa superiore e una inferiore contrapposte negli accessi. Questi ultimi sono preceduti da slarghi che, essendo a quote differenti, sono collegati da una via parallela al fianco sud, fortemente in pendenza.
    La facciata principale, in cui si apre l’ingresso alla chiesa inferiore, si mostra incompiuta, in blocchi di peperino a vista, con una parte molto alta articolata da tre grandi arcate a sesto acuto, fra loro disuguali, di cui quella centrale è più ampia e leggermente aggettante. Al disopra delle arcate si sviluppa un balcone a loggetta per l’intera larghezza della facciata. Una cornice sostenuta da mensole costituisce la base del parapetto del balcone. Esili colonnine si ergono dallo stesso parapetto a sostegno di una tettoia con orditura in legno.
    Sopra la loggetta si eleva il tratto sommitale della facciata, a forma di timpano, scandito soltanto da due colonne, con un oculo centrale più ampio e altri due laterali che illuminano la chiesa superiore. Un campanile a vela, infine, sormonta il timpano sul margine sinistro.
    In basso, nell’arcata centrale si apre un portale gotico con grande apertura architravata, chiusa da una vetrata. Nelle arcate laterali sono presenti strette monofore, le uniche, insieme alla vetrata dell’accesso, che illuminano la chiesa inferiore.
    La facciata del luogo di culto superiore ha un semplice schema a capanna. Il prospetto è intonacato e vi si aprono due accessi posti ai lati, con cornice in peperino, sormontati da finestre ovali, mentre al centro, più in alto, è presente una finestra quadrilobata.
    La pianta della chiesa inferiore è a tre navate terminanti in uno spazio poligonale su cui si aprono in testata tre absidi. Le navate sono
    divise da pilastri a fascio e colonne a sostegno di quattro arcate. Nel suo sviluppo, la navata centrale è interrotta a metà da un arco trasversale e un altro la conclude verso il presbiterio. La prima metà e le due corrispondenti campate laterali sono coperte da volte a crociera a sesto acuto. La seconda metà della navata è invece forata in alto, e quindi comunicante con la chiesa superiore; mentre le corrispondenti campate delle navate laterali si presentano con volte a crociera a tutto sesto. Ancora volte a crociera coprono le campate terminali dello spazio poligonale. Su questo affaccia il presbiterio triabsidato, di due gradini più alto. L’abside centrale è più ampia e fa da sfondo ad un altare a mensa. Sul fianco della navata sinistra si aprono tre cappelle quadrangolari e l’accesso alla sagrestia. Sul lato destro del presbiterio, una scala corre alle spalle dell’abside minore e collega la chiesa inferiore con la superiore.
    La chiesa superiore è a pianta basilicale a tre navate coincidenti con le sottostanti e con terminazione piana; a coprirla, vi è un tetto unico a due falde, con capriate in corrispondenza della navata centrale. Le navate sono divise da tozzi pilastri di varia forma che sostengono una prima arcata di notevole ampiezza, corrispondente alla metà anteriore della chiesa sottostante, e altri quattro archi sia a tutto sesto che ribassati. Oltre la prima arcata la navata centrale è quindi comunicante con la chiesa inferiore e l’affaccio è protetto da una ringhiera in ferro. Sul fondo è addossato un trono in peperino e di fronte un altare a mensa, sempre in peperino. Sulla parete opposta, al principio della navata, vi è un grande organo a canne.

    • Pianta
      • L’organismo religioso è a due livelli, con una chiesa superiore e una inferiore ad accessi contrapposti. La chiesa inferiore ha pianta basilicale a tre navate, divise da pilastri a fascio e colonne a sostegno di quattro arcate, e termina in tre absidi disposte ad arco. Sul lato sinistro le prime tre campate sono comunicanti con altrettante cappelle rettangolari. Nella quarta campata, invece, si accede alla sagrestia. Al termine della navata di destra una scala di 39 gradini mette in comunicazione le due chiese. La chiesa superiore è anch’essa a pianta basilicale, ma con terminazione piana, a tre navate divise da colonne tozze. Al centro della navata centrale, un grande rettangolo nel solaio, protetto da una balaustra in ferro, lascia vedere la chiesa inferiore. Nella parete di ingresso, in posizione centrale, il trono di Urbano IV e l’altare papale. Nella parete di fondo un grande organo a canne occupa la navata centrale.
    • Impianto strutturale
      • La struttura è in muratura di blocchi di peperino. Le tre navate che dividono sia il piano inferiore che quello superiore sono separate da sostegni puntuali anch’essi in pietra, collegati da archi longitudinali. La navata centrale della chiesa inferiore è inoltre scandita da due archi trasversali, i quali delimitano un tratto privo di copertura attraverso cui comunicano i due livelli dell’organismo. Volte a crociera per le campate collaterali costituiscono invece l’orizzontamento per la chiesa superiore. Quest’ultima, infine, è coperta da un tetto con orditura in legno che si appoggia sulle pareti sostenute dagli archi che dividono le navate e sui muri d’ambito longitudinali dell’edificio.
    • Coperture
      • La chiesa è coperta da un unico tetto a doppia falda con rivestimento in coppi.
    • Pavimenti e pavimentazioni
      • La pavimentazione di entrambe le chiese è in mattonelle di terracotta quadrate disposte a 45°.
    • Elementi decorativi
      • Sulle pareti della chiesa superiore troviamo ancora gli affreschi risalenti al sec. XIV e alcune tracce compaiono anche nelle vele delle volte. Di più antica fattura, per un periodo che va dall’IX al XIII, sono alcuni pezzi scolpiti in peperino, tra cui lapidi, leggii, sculture e il fonte battesimale. Sulla navata destra un dipinto che ritrae il Martirio di San Flaviano, datato 1740. Nella chiesa superiore troviamo l’altare papale e il trono di Urbano IV, in peperino, entrambi del XIII sec. ed un dipinto, olio su tela, raffigurante il martirio di Santa Margherita del 1739.
VER TODOS
  • Chiesa di Santa Maria del Giglio (Montefiascone)

    Chiesa di Santa Maria del Giglio (Montefiascone)

    Parrocchia di Santa Maria del Giglio ‐ Diócesis de Viterbo ‐ Región eclesiástica Lazio

    Edificios de culto

    Chiesa di Santa Maria del Giglio (Montefiascone)
  • Concattedrale di Santa Margherita Vergine e Martire (Montefiascone)

    Concattedrale di Santa Margherita Vergine e Martire (Montefiascone)

    Parrocchia di Santa Margherita Vergine e Martire ‐ Diócesis de Viterbo ‐ Región eclesiástica Lazio

    Edificios de culto

    Concattedrale di Santa Margherita Vergine e Martire (Montefiascone)
  • Chiesa di Santa Maria di Montedoro (Montefiascone)

    Chiesa di Santa Maria di Montedoro (Montefiascone)

    Parrocchia di San Giuseppe ‐ Diócesis de Viterbo ‐ Región eclesiástica Lazio

    Edificios de culto

    Chiesa di Santa Maria di Montedoro (Montefiascone)
  • Chiesa della Madonna delle Grazie (Montefiascone)

    Chiesa della Madonna delle Grazie (Montefiascone)

    Parrocchia di San Flaviano ‐ Diócesis de Viterbo ‐ Región eclesiástica Lazio

    Edificios de culto

    Chiesa della Madonna delle Grazie (Montefiascone)
  • Chiesa di San Francesco (Montefiascone)

    Chiesa di San Francesco (Montefiascone)

    Parrocchia di Santa Margherita Vergine e Martire ‐ Diócesis de Viterbo ‐ Región eclesiástica Lazio

    Edificios de culto

    Chiesa di San Francesco (Montefiascone)
  • Chiesa di San Giuseppe (Montefiascone)

    Chiesa di San Giuseppe (Montefiascone)

    Parrocchia di San Giuseppe ‐ Diócesis de Viterbo ‐ Región eclesiástica Lazio

    Edificios de culto

    Chiesa di San Giuseppe (Montefiascone)
  • Palazzo Vescovile (Montefiascone)

    Palazzo Vescovile (Montefiascone)

    Vescovado ‐ Diócesis de Viterbo ‐ Región eclesiástica Lazio

    Edificios de culto

    Palazzo Vescovile (Montefiascone)
  • Chiesa del Corpus Domini (Montefiascone)

    Chiesa del Corpus Domini (Montefiascone)

    Parrocchia di Corpus Domini ‐ Diócesis de Viterbo ‐ Región eclesiástica Lazio

    Edificios de culto

    Chiesa del Corpus Domini (Montefiascone)
  • Chiesa di Sant'Andrea in Campo (Montefiascone)

    Chiesa di Sant'Andrea in Campo (Montefiascone)

    Parrocchia di Santa Margherita Vergine e Martire ‐ Diócesis de Viterbo ‐ Región eclesiástica Lazio

    Edificios de culto

    Chiesa di Sant'Andrea in Campo (Montefiascone)
  • Chiesa di Santa Maria della Neve (Montefiascone)

    Chiesa di Santa Maria della Neve (Montefiascone)

    Parrocchia di Santa Margherita Vergine e Martire ‐ Diócesis de Viterbo ‐ Región eclesiástica Lazio

    Edificios de culto

    Chiesa di Santa Maria della Neve (Montefiascone)
  • Chiesa di San Bartolomeo (Montefiascone)

    Chiesa di San Bartolomeo (Montefiascone)

    Seminario Diocesano ‐ Diócesis de Viterbo ‐ Región eclesiástica Lazio

    Edificios de culto

    Ficha en elaboración

  • Seminario Interdiocesano Cardinale Marco Antonio Barbarigo (Montefiascone)

    Seminario Interdiocesano Cardinale Marco Antonio Barbarigo (Montefiascone)

    Seminario Diocesano ‐ Diócesis de Viterbo ‐ Región eclesiástica Lazio

    Edificios de culto

    Ficha en elaboración

Podría interesarte