News

Nuova chiesa a Locri: il sopralluogo tecnico

Venerdì 12 aprile gli 11 gruppi selezionati per il concorso sono stati accompagnati nell'area designata. Entro il 18 luglio presenteranno i progetti.

Locri (RC), 12/04/2019

Venerdì 12 aprile si è svolto un sopralluogo tecnico nell'area di via Matteotti, a Locri (RC), dove dovrà sorgere la nuova Chiesa della parrocchia di San Biagio.
Dopo la selezione dei gruppi di progettazione, dunque, parte ora il concorso nazionale per la nuova chiesa parrocchiale indetto dalla Diocesi di Locri-Gerace attraverso una manifestazione di interesse rivolta ad architetti, ingegneri, liturgisti e artisti.
Sono stati 141 (il numero più alto tra i concorsi finora indetti a livello nazionale dalla CEI) i gruppi di lavoro  che hanno risposto all'invito e proposto la propria candidatura per la preselezione al concorso di progettazione, con professionisti provenienti da ogni parte d'Italia. Tra questi solo 11 gruppi di lavoro sono stati invitati a formulare le proposte progettuali.
Al sopralluogo di venerdì, oltre ai progettisti, c'erano il vescovo della Diocesi, monsignor Francesco Oliva, don Valerio Pennasso, direttore dell'Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l'edilizia di culto, don Fabrizio Cotardo, direttore Ufficio Diocesano per i beni culturali ecclesiastici, e don Mario Del Piano, parroco di San Biagio.
Una nuova chiesa, quella posta allo studio dei tecnici, che sorgerà nell'area dei Salesiani, a fianco delle strutture sportive recentemente ristrutturate, e che si inserisce nel piano diocesano per la realizzazione delle nuove chiese in base al programma più generale fissato dalla CEI, che offre la possibilità alle Diocesi Italiane di proporre la costruzione di una nuova chiesa attraverso il fondo ordinario finanziato dal gettito dell'otto per mille dell'Irpef alla Chiesa Cattolica.
La necessità di una nuova chiesa nella città di Locri, a distanza di circa un secolo dall'ultima realizzazione ecclesiastica, emerge dall'esigenza pastorale avvertita da tutta la comunità parrocchiale di San Biagio, che dispone al momento di una piccola e vetusta chiesa realizzata nel primo decennio del 1900 che, oltre a problemi strutturali, risulta insufficiente per il bacino di fedeli (oltre 4000 persone).
Al sopralluogo è seguita una riunione operativa nella quale è stato illustrato dall'architetto Giorgio Metastasio, responsabile del procedimento, il Documento Preliminare alla Progettazione, posto come linea guida da seguire per la redazione del progetto preliminare..
Adesso ci sarà tempo fino al prossimo 18 luglio per presentare gli elaborati che saranno posti all'esame di un'apposita giuria composta da esperti del settore e dai rappresentanti degli enti ecclesiastici interessati.

QUESTA NEWS È COLLEGATA A

POTREBBE INTERESSARTI