News

Incontro Internazionale Archivisti Lasalliani

Convocato un gruppo di lavoro internazionale: più di trenta archivisti da oltre 20 diversi paese del mondo per dialogare insieme su "identità lasalliana e risorse digitali".

Roma, 26/11/2019

In diverse parti dell'Istituto, il Fondatore e la domanda su cosa significhi essere lasalliano nel mondo continuano ad essere oggetto di studio e di ricerca. Centri universitari, gruppi di studio, corsi estivi e invernali e non pochi ricercatori solitari continuano a dare vita alla nostra storia e a dare visibilità alle trasformazioni della missione lasalliana secondo i nuovi tempi che si svelano giorno per giorno.

La necessità di salvaguardare l'autenticità della propria identità religiosa, ha portato a riflettere sui beni storico-culturali lasalliani nel mondo, ad interrogarsi su quali siano le migliori misure di salvaguardia per gli stessi, e al contempo, in quali modalità organizzarsi per permetterne la fruizione pubblica.
In questo senso sono state elaborate le Guidelines of Circular 470 of September 2015 on the Service of Lasallian Research and Resources (RLRC) e le Directives stipulated in the 2017 Administrative Directory of the General Council concerning the District Archives.
In tal modo si cerca di focalizzare il lavoro su progetti chiave che emergono da discussioni collaborative, che vanno a beneficio delle reali necessità dei lasalliani, e che favoriscano un più ampio accesso alle risorse materiali e immateriali.

Attraverso il lavoro di recupero e conservazione, di ricerca e valorizzazione delle fonti, possiamo dare un contributo positivo a questo processo.
In questo contesto si inseriva tre anni fa il primo incontro di archivisti rappresentanti i tre maggiori Centri di Documentazione Lasalliani nel mondo: gli Archivi di Roma, Lione e Manhattan. Un percorso di confronto e collaborazione che ha portato, lo scorso ottobre, all'organizzazione del Primo Meeteng Internazionale degli Archivisti Lasalliani tenutosi  nella sede centrale della Casa Generalizia dei Fratelli Delle scuole Cristiane di Roma.
Una risposta universalmente accettata e condivisa che vede il nostro patrimonio materiale e immateriale al centro di un progetto di recupero e valorizzazione.

Si lavora insieme per realizzare un "global digital gateway", un repositorio digitale, finalizzato a raccogliere e condividere prospettive per la conoscenza, la tutela e la valorizzazione del nostro patrimonio religioso, suggerimenti sulle possibili modalità di espressione e specifici linguaggi di comunicazione. Un progetto di respiro internazionale, di collaborazione tra professionisti delle fonti storiche, per rendere pubblica la propria storia attraverso una missione comune che punta alle risorse digitali, alla ricerca scientifica, e soprattutto alla sua messa a disposizione per pubblici diversi, favorendo in tal modo un dialogo multidisciplinare sulla nostra memoria e promuovendo al contempo l'uso delle fonti dei nostri centri di documentazione.
Questo percorso mira all'affermazione di una maggiore consapevolezza dei valori tramandatici dal nostro Santo Fondatore, San Giovanni Battista de La Salle, e del sapere in-comune dentro cui va a configurarsi la storia dell'Istituto.
Essi rappresentano risorse essenziali per la comprensione del presente e la progettazione del futuro, quale requisito fondamentale per l'esercizio di una piena appartenenza alla nostra comunità.


A cura di  Anna Cascone

QUESTA NEWS È COLLEGATA A

POTREBBE INTERESSARTI