• Tipología

    chiesa

  • Cualificación

    parrocchiale

  • Denominazione principale

    Chiesa di Santa Maria de Horticis

  • La chiesa parrocchiale di Vaglierano, di antica fondazione, è citata nel Registro della Diocesi di Asti nel 1345 soggetta alla Cattedrale sotto il titolo di S. Salvatore e S. Maria de Urticis. Nel Seicento la chiesa, denominata S. Maria de Horticis, fu riedificata con un unico altare in sostituzione di una più antica; ampliata nelle cappelle e fatta restaurare poiché minacciava rovina nel 1763, fu ampliata definitivamente nel corso del XIX sec. Nel 1931 fu rialzato il campanile seicentesco di tre metri, rinnovato il castello delle campane e collocato un orologio nuovo. La chiesa, ubicata nel centro del paese, è realizzata interamente in mattoni pieni, che risultano a vista sull’intero edificio, fatta eccezione per la facciata principale intonacata che risulta rialzata rispetto alla piazza antistante e rispetto alla strada. La chiesa mostra un impianto caratterizzato da una navata centrale con cappella e navatella laterali. La decorazione pittorica all’interno, raffigurante Santi ed Evangelisti e Maria Regina Coeli, è dei primi anni del Novecento. All’ingresso, prima campata lato sinistro, è visibile un fonte battesimale a fusto in pietra scolpita del XVII sec. con coprifonte ligneo della prima metà del XX sec.

    • Pianta
      • Pianta a navata unica con cappelle laterali, con abside rettangolare e volte a botte; a sinistra cappella quadrata voltata a vela con altare dedicato alla Madonna del Rosario ed a destra portico chiuso corrispondente a due campate della pianta, voltato a botte.
    • Struttura
      • Pareti perimetrali in muratura portante lasciate a vista fatta eccezione per la facciata principale intonacata; volte in muratura portante a botte ed a vela.
    • Facciata
      • Facciata intonacata ad una campata con paraste angolari e timpano triangolare sommitale; caratterizzata centralmente da imponente portale centrale con lesene pseudotuscaniche che sostengono una trabeazione con iscrizione in onore della B. V. Maria e con timpano arcuato e rosone ovale sovrastante.
    • Coperture
      • Il tetto risulta essere realizzato in tre distinti corpi, di cui quello centrale è a quota più elevata, mentre i laterali sono ad un livello inferiore. La struttura è costituita dalla grossa e piccola orditura in legno con manto di copertura in coppi alla piemontese. Le gronde e i pluviali sono in rame.
    • Campanile
      • Esternamente la chiesa è fiancheggiata da un campanile edificato a canna quadrata (su tre livelli), costruito interamente in mattoni a vista. Internamente, una scala in legno, permette di raggiungere la sommità del campanile. Il campanile risalirebbe alla costruzione primitiva seicentesca ma è stato rialzato nel Novecento ed è rimasto inglobato negli ampliamenti dell’Ottocento.
VER TODOS

Podría interesarte