• Denominazione attribuita

    Fondo della Mensa vescovile di Alba

  • Descrizione contenuto

    Contiene gli atti relativi all'amministrazione della mensa vescovile di Alba, ovvero il patrimonio (mobiliare e immobiliare) che il vescovo aveva a disposizione per il mantenimento della propria persona e della curia. Vi si trovano atti per immissioni in possesso della mensa stessa, strumenti di acquisto e vendita, permute e cessioni, strumenti di affitto, stati dei beni ed inventari, vertenze, copie di decreti, pensioni, progetti per lavori di manutenzione e restauro dei beni immobili appartenenti alla Mensa stessa, nonchè carteggio con enti diversi. La mensa vescovile è scomparsa con l’entrata in vigore degli Accordi di revisione del Concordato Laternanese del 1984, che hanno comportato la fine dell’antico sistema dei benefici ecclesiastici. Le sue funzioni sono svolte attualmente dall’Istituto per il sostentamento del clero, nato con la legge 222 del 20 maggio 1985.

  • Références chronologiques

    1332 - 1932

  • Integrità

    Questo fondo è tra quelli che pare aver subito più perdite nel corso dei secoli, forse già a seguito dei crolli del palazzo vescovile attestati da mos. Brizio a metà de Seicento. La documentazione conservata si concentra infatti prevalentemente al XIX secolo.

  • Descrizione del materiale

    Il fondo è costituito prevalentemente registri e fogli sciolti cartacei manoscritti o manoscritti su modulo prestampato.

VOIR TOUS
VOIR TOUS

Pourrait intéresser