Ignazio: la spiritualità attraverso l'arte

La Pianta Ignaziana di Roma

MENU

Nel volume Vita del B. Patris Ignatii Loyolae del 1610, le cui tavole sono a firma di Theodorus Galleaus, Cornelius Galle, Karel Van Mallery, Adrianus Collaert, si trova quella che viene definita come La Pianta Ignaziana di Roma, dove sono individuate le opere e le case di pietà fondate da Sant'Ignazio.

La Pianta non è però autografata e quindi si può ipotizzare che non è ad opera di nessuno dei quattro incisori, che invece firmano le altre tavole del volume. Al momento non è possibile quindi dare un attribuzione certa al disegno.

La pianta è molto dettagliata e precisa, di un buon livello di disegno e permette di posizionare nella Roma del seicento le opere e le case di pietà di sant'Ignazio. 

Sotto la Pianta è riportata una legenda dove nel dettaglio sono raccontati gli edifici graficizzati:

A. Domus Patrum Professorum - La Casa dei Padri Professi

B. Collegium Romanum - Il Collegio Romano

C. Colleg. Paenitentieria - Il Collegio della Penitenzieria

D. Novitiatus - Il Noviziato

E. Orphanorum atque F. Orphniarum domicilia - E Domicilio degli orfani F domicilio delle orfane

G. Catechumeni - I Catecumeni

H. S. Marthae, tunc mulierum paenitentium per fugium santa Marta - Santa Marta, rifugio per le donne penitenti

I. S. Catherina de Funarjs, Virginum in lubrico versantium portus - Convento di Santa Caterina per le Vergini In pericolo

K. Coll. Germanicum - Il Collegio germanico

L. Anglicanum - Il Collegio Inglese

M. Seminarij Romani - Il seminario romano

N. Maronitarum - N Maronitarum Il Seminario Maronita

Pianta Ignaziana di Roma