Ignazio: la spiritualità attraverso l'arte

Le Monografie dei padri illustri

    Ritratto di Athanasius Kircher
    Ritratto di Andrea Pozzo
    Ritratto di Pietro Angelo Secchi
MENU

I tre gesuiti scelti: Athanasius Kircher (1601-1680), Andrea Pozzo (1642-1709), Angelo Secchi (1818-1878), per evidenziare il percorso mistico che attraverso l’arte ci parla della spiritualità della Compagnia di Gesù, si abbracciano ed accavallano tre secoli di storia, la raccontano, ciascuno nel loro specifico, e, parlando della Compagnia di Gesù, segnano tre secoli di storia più in generale.

La scelta si è fermata a questi tre artisti e scienziati perché più di altri hanno saputo rappresentare un divenire storico ed artistico in grado di promuovere in modo forte ed originale il sentimento mistico della Compagnia di Gesù. Kircher seppe e volle dare risposte scientifiche ai grandi quesiti dell’uomo senza trascurare la sfera sovrannaturale del suo divenire. Pozzo con il dono naturale della rappresentazione pittorica e lo studio delle tecniche artistiche riuscì a rappresentare la maestosità dell’universo e la sacralità dei luoghi. Secchi scrutando il cielo, le stelle e la grandezza del cosmo cercò di dare risposte scientifiche senza trascurare il confine tra scienza e fede, tra materia e spirito tra fisica e metafisica.

Le peculiarità di ciascuno in una osservazione parallela ci forniscono la dimensione dell’universalità del messaggio mistico e spirituale della Compagnia di Gesù.